07/10/19

LA MULA DE PARENZO

La mula de Parenzo
ga messo su botega
de tutto la vendeva
de tutto la vendeva.
La mula de Parenzo
ga messo su botega
de tutto la vendeva
fora ch'el bacalà
perchè non m'ami più.
Me piase i bigoli co le luganeghe      ( strofa aggiunta in seconda versione )
Marieta damele col canapè
Marieta damele per carità
Marieta damele per carità.
Me piase i bigoli co le luganeghe
Marieta damele col canapè
Marieta damele per carità
per carità.
Tutti mi chiamano bionda                  ( strofa aggiunta in seconda versione  )
ma bionda io non sono.
Porto i capelli neri
porto i capelli neri.
Tutti mi chiamano bionda
ma bionda io non sono.
Porto i capelli neri
sinceri nell'amor
perchè non m'ami più.
Rit. Me piase i bigoli co le ...             (  strofa aggiunta in seconda versione )
La mia morosa vecia                         (  strofa presente in prima versione 
la tengo per riserva
e quando spunta l'erba
e quando spunta l'erba.
La me morosa vecia
la tengo per riserva "
e quando spunta l'erba
la mando a pascolar
perchè non m'ami più.
Rit. Me piase i bigoli co le ....           ( strofa aggiunta in seconda versione )
La mando a pascolare                     ( strofa presente in prima versione  )
nel mese di settembre
e quando vien novembre
e quando vien novembre.
La mando a pascolare
nel mese di settembre
e quando vien novembre
la vado a ritirar
perchè non m'ami più.
Rit. Me piase i bigoli co le ....          ( strofa aggiunta in seconda versione )
La mando a pascolare                    ( strofa presente in prima versione )
insieme alle caprette
l'amor con le servette
l'amor con le servette.
La mando a pascolare
insieme alle caprette
l'amor con le servette
non lo farò mai più
perchè non m'ami più.
Rit. Me piase i bigoli con le ....        ( strofa aggiunta in seconda versione )

Se il mare fosse de tocio
e i monti de polenta
o mamma che tociade
o mamma che tociade.
Se il mare fosse de tocio
e i monti de polenta
o mamma che tociade
polenta e bacalà
perchè non m'ami più.

Rit. Me piase i bigoli co le ....          ( strofa aggiunta in seconda versione )

17/05/19

Vendere!!!

A vendere roba da pori cani diventa un poro can anca el venditor, a vendere roba da siori diventa sior anca el venditor

17/04/19

Umberto Eco

"Internet? Ha dato diritto di parola agli imbecilli: prima parlavano solo al bar e subito venivano messi a tacere"

01/04/19

Nuda sei semplice

Nuda sei semplice - di Pablo Neruda

Nuda sei semplice come una delle tue mani,
liscia, terrestre, minima, rotonda, trasparente,
hai linee di luna, strade di mela,
nuda sei sottile come il grano nudo.

Nuda sei azzurra come la notte a Cuba,
hai rampicanti e stelle nei tuoi capelli,
nuda sei enorme e gialla
come l’estate in una chiesa d’oro.

Nuda sei piccola come una delle tue unghie,
curva, sottile, rosea finché nasce il giorno
e t’addentri nel sotterraneo del mondo

come in una lunga galleria di vestiti e di lavori:
la tua chiarezza si spegne, si veste, si sfoglia
e di nuovo torna a essere una mano nuda.

************************************

Desnuda eres tan simple como una de tus manos,
lisa, terrestre, mínima, redonda, transparente,
tienes líneas de luna, caminos de manzana,
desnuda eres delgada como el trigo desnudo.

Desnuda eres azul como la noche en Cuba,
tienes enredaderas y estrellas en el pelo,
desnuda eres enorme y amarilla
como el verano en una iglesia de oro.

Desnuda eres pequeña como una de tus uñas,
curva, sutil, rosada hasta que nace el día
y te metes en el subterráneo del mundo

como en un largo túnel de trajes y trabajos:
tu claridad se apaga, se viste, se deshoja
y otra vez vuelve a ser una mano desnuda.

-Pablo Neruda

(x Bea)

17/03/19

Piccolo frasario filosofico - parte 4

301. Il silenzio dell'invidioso, fa molto rumore. (K.Gibran)
302. Ci si sbaglierà raramente, attribuendo le azioni estreme alla vanità, quelle mediocri all'abitudine e quelle meschine alla paura. (Nietzsche)
303. L'oblio è una forma di libertà. (K.Gibran)
304. Come è nobile chi, col cuore triste, vuol cantare ugualmente un canto felice, tra cuori felici. (K.Gibran)
305. Tradimento piace assai, traditor non piace mai. (proverbio italiano)
306. La solitudine è per lo spirito, ciò che il cibo è per il corpo. (Seneca)
307. Ragione e passione sono timone e vela della nostra anima navigante. (K.Gibran)
308. Il pensare divide, il sentire unisce. (E. Pound)
309. Bellezza è l'eternità che si contempla in uno specchio; e noi siamo l'eternità , e noi siamo lo specchio. (Gibran)
310. Si è veramente savi, soltanto nelle cose che ci interessano poco.
(M.me d'Arconville)
311.
E' sincero il dolore di chi piange in segreto. (Marziale)
312. Pensare è spaziare nell'infinito. (J.B.Lacordaire)
313. Ci si aspetta di tutto, ma non si è mai preparati a nulla. (M.Swetchine)
314. I grandi si sentono grandi solo perché noi siamo in ginocchio: alziamoci ! (proverbio rivoluzionario francese)
315. La parola comunica il pensiero, il tono le emozioni. (E.Pound)
316. Ama ciò che ti rende felice, ma non amare la tua felicità. (Gustave Thibon)
317. Non c'è speranza senza paura, né paura senza speranza. (Carol Wojtyla)
318. A tavola perdonerei chiunque...anche i miei parenti. (Wilde)
319. L'amicizia è una nave abbastanza grande per portare due persone quando si naviga in acque tranquille, ma riservata ad una sola quando il mare si fa agitato. (Ambrose Bierce)
320. Più si praticano gli uomini, più si amano i cani. (Frate indovino)
321. Di mamme ce n'è una sola, per fortuna. (Sandro Toni)
322. Ognuno vuole amici potenti. Ma loro ne vogliono di più potenti. (Elias Canetti)
323. L'uomo rimane importante non perché lascia qualcosa di sé, ma perché agisce e gode e induce gli altri ad agire e godere. (Goethe)
324. Il più solido piacere di questa vita, è il piacere vano delle illusioni. (Leopardi)
325. Il piacere può fondarsi sull'illusione, ma la felicità riposa sulla verità. (proverbio americano)
326. L'unico modo per liberarsi da una tentazione è cedervi. (Wilde)
327. Eletti sono coloro per i quali le cose belle non hanno altro significato che di pura bellezza. (Wilde)
328. Ho il culto delle gioie semplici, sono l'ultimo rifugio di uno spirito complesso. (Wilde)
329. Tutti gli uomini sono dei mostri; non c'è altro da fare che cibarli bene : un buon cuoco fa miracoli! (Wilde)
330. Quando la virtù ha dormito, si alza più fresca. (Nietzsche)
331. L'attesa del piacere, è essa stessa piacere. (Lessing)
332. Quando gli uomini diventano virtuosi in vecchiaia, semplicemente sacrificano a Dio gli avanzi del diavolo. (A. Pope)
333. Non solo non c'è Dio, ma provate un po' a trovare un idraulico di domenica. (W.Allen)
334. Ci sono atei di un'asprezza feroce che tutto sommato si interessano di Dio molto di più di certi credenti frivoli e leggeri. (Pierre Reverdy)
335. Aveva la coscienza pulita. Mai usata. (Stanislaw J. Lec)
336. All'inferno ci va chi ci crede. (Georges Bernanos)
337. E Dio disse : "Pkunzip Universo".
338. Iddio fece il primo gradino, Caino la prima città.
(Abram Nelson Cowley)
339.
Dio è l'invisibile evidente. (Victor Hugo)
340. Quanto più senti d'esser uomo, tanto più ti avvicini agli dei. (Goethe)
341. Anelo all'eternità, perché lì troverò i miei quadri non dipinti, e le mie poesie non scritte. (K.Gibran)
342. Nulla è più pericoloso per l'anima che occuparsi continuamente della propria insoddisfazione e debolezza. (H.Hesse)
343. Se tutti noi ci confessassimo a vicenda i nostri peccati, rideremmo sicuramente per la nostra totale mancanza di originalità. (K.Gibran)
344. Credo nel Dio che ha creato gli uomini, non nel Dio che gli uomini hanno creato. (A.Karr)
345. L'anima è la più angosciante spia che un nemico possa mandare. (Emili Dickinson)
346. Chi è Dio, se non colui che ci costringe a porci questo interrogativo ? (Andrè Forossard)
347. Io, grazie a Dio, sono sempre stato ateo. (Luis Brunuel)
348. L'angoscia vera è fatta di noia. (Cesare Pavese)
349. Venti e onde sono sempre dalla parte dei navigatori più abili. (Edward Gibbon)
350. Un grande pilota sa navigare anche con la vela rotta. (Seneca)
351. L'abbigliamento è l'espressione della società. (Balzac)
352. Si cambia più facilmente religione che caffè. (Georges Courteline)
353. Le sciocche e laide abitudini sono le corruzioni della nostra natura. (Foscolo)
354. Un arcobaleno che dura un quarto d'ora non lo si guarda più. (Goethe)
355. L'abitudine è in tutte le cose il miglior maestro. (Plinio il vecchio)
356. Non ci sono persone più acide di quelle che sono dolci per interesse. (Vauvenargues)
357. Essere adulti è essere soli. (Jean Rostand)
358. Negli affari non ci sono amici, solo soci. (Dumas padre)
359. Quando si muore si ha ben altro da fare che di pensare alla morte. (Italo Svevo)
360. Solo è allegro chi può dare. (Goethe)
361. Non si può vivere per tutti, e soprattutto non per quelli con cui non si vorrebbe vivere. (Goethe)
362. Nulla rende così amabili come il credersi amati. (Marivaux)
363. Nella sua prima passione la donna ama il suo amante, in tutte le altre ciò che ama è il suo amore. (Byron)
364. Ambasciatore: un onest'uomo mandato a mentire all'estero per il bene del suo Paese. (Izaak Walton)
365. Lo schiavo ha un solo padrone; l'ambizioso ne ha tanti quante sono le persone utili alla sua fortuna. (La Bruyere)
366. America: il risultato di un errore di navigazione. (L.L. Levinson)
367. Riprendi l'amico in segreto, e lodalo in palese. (Leonardo)
368. Il vero signore è lento nel parlare e rapido nell'agire. (Confucio)
369. Chi vuol esser ricco in un dì è impiccato in un anno. (Leonardo)
370. Chi arrossisce è già colpevole; l'innocenza vera non si vergogna di nulla. (Rousseau)
371. La forza non sta nella difesa ma nell'attacco. (Hitler)
372. La fortuna aiuta gli audaci. (Virgilio)
373. L'avarizia comincia dove finisce la povertà. (Balzac)
374. Che cos'è l'avarizia? E` un continuo vivere in miseria per paura della miseria. (San Bernardo)
375. Alla povertà mancano molte cose, all'avarizia tutte. (Publilio Siro)
376. Gli uomini odiano coloro che chiamano avari solo perché non ne possono cavare nulla. (Voltaire)
377. Quel che non mi uccide mi fa più forte. (Nietzsche)
378. Il ballo è un rozzo tentativo di entrare nel ritmo della vita. (Shaw)
379. Nulla basta a colui per il quale ciò che basta è poco. (Epicuro)
380. Un best-seller è la tomba dorata d'un talento mediocre.
(Logan Pearsall Smith)
381.
Il bisogno avvelena i mali che non può guarire. (Vauvenargues)
382. Un brigante onesto è un mio ideale. (Garibaldi)
383. Le bugie più crudeli sono spesso dette in silenzio. (Robert Stevenson)
384. Il caffè, per esser buono, deve essere nero come la notte, dolce come l'amore e caldo come l'inferno. (Bakunin)
385. E` il migliore dei mestieri, fare canzoni; e subito dopo viene cantarle. (Hilaire Belloc)
386. Quando non si hanno più capelli, si trovano ridicoli i capelli lunghi. (Paul Leautaud)
387. Chi sa capire tutto è molto infelice. (Gorkij)
388. La potenza non consiste nel colpire forte o spesso, ma nel colpire giusto. (Balzac)
389. Per il mercante, anche l'onestà è una speculazione. (Baudelaire)
390. Meglio dormire con un cannibale astemio che con un cristiano ubriaco. (Melville)
391. Se non riuscite ad ottenere un complimento in nessun altro modo, piuttosto che niente pagatelo. (Mark Twain)
392. Il conformismo è la scimmia dell'armonia. (Ralph Emerson)
393. Confrontare è per l'ignorante un comodo sistema per dispensarsi dal giudicare. (Goethe)
394. Non v'è nemico peggiore del cattivo consiglio. (Sofocle)
395. Mi riservo, con fermezza, il diritto di contraddirmi. (Paul Claudel)
396. La gelosia come il fuoco può accorciare le corna, ma le fa puzzare. (Swift)
397. Una corona di spine non è altro che una corona di rose alla quale le rose son cadute.
(Robert de Flers)
398.
Le peggiori cricche sono quelle composte da un uomo solo. (Shaw)
399. Ogni società ha il tipo di criminali che si merita.
(Robert F. Kennedy)
400.
La donna è quel che si è trovato di meglio per sostituire l'uomo quando si ha la scalogna di non essere pederasti. (Boris Vian)

27/02/19

Guinizzelli

Io voglio del ver la mia donna laudare
ed assemblarli la rosa e lo giglio:
pi˘ che stella diana splende e pare,
e ciÚ ch' Ë lass˘ bello a lei somiglio.

Verde river' a lei rasembro e l'‚re
tutti color di fior', giano e vermiglio,
oro ed azzurro e ricche gioi per dare:
medesmo Amor per lei rafina meglio.

Passa per via adorna, e sÏ gentile
ch' abassa orgoglio a cui dona salute,
e fa 'l de nostra fÈ se non la crede;

e no-lle pÚ apressare om che sia vile;
ancor ve dirÚ c'ha maggior virtute:
null'om pÚ mal pensar fin che la vede

17/01/19

favola

E raccontano che lui si trasformò in albero

 e che fu per scelta sua che si fermò
e stava lì a guardare la terra partorire fiori nuovi
così  fu nido per conigli e colibrì
il vento gli insegnò i sapori di resina e di miele selvatico
e pioggia lo bagnò
la mia felicità - diceva dentro se stesso -
ecco... ecco... l'ho trovata ora che
ora che sto bene
e che ho tutto il tempo per me
non ho più bisogno di nessuno
ecco la bellezza della vita che cos'è
ma un giorno passarono di lì
due occhi di fanciulla
due occhi che avevano rubato al cielo
un po' della sua vernice
e sentì tremar la sua radice
quanto smarrimento d'improvviso dentro sé
quello che solo un uomo senza donna sa che cos'è
e allungò i suoi rami  per toccarla
capì che la felicità non è mai la metà di un infinito
ora era insieme luna e sole
sasso e nuvola
era insieme riso e pianto
o soltanto
era un uomo che cominciava a vivere
ora era il canto che riempiva
la sua grande
immensa solitudine
era quella parte vera
che ogni favola d'amore racchiude in sé
per poterci credere…


Sono l'addetto alla macchina del tempo